lunedì 16 maggio 2016

Il politico: Una professione ambita

by Pier Carlo Lava
Elezioni Amministrative: Nella corsa alla poltrona, Domodossola batte Alessandria.
Domodossola è un comune italiano di 18.247 abitanti della provincia del Verbano-Cusio-Ossola. La città è il centro principale della val d'Ossola e si trova nella piana del fiume Toce, alla confluenza di val Bognanco, val Divedro, valle Antigorio-Formazza, valle Isorno e val Vigezzo. Il territorio comunale ha una superficie di 36,93 Km2. Alle prossime elezioni amministrative si presenteranno 11 candidati Sindaco e 176 candidati Consigliere comunale. 
Considerando il rapporto abitanti è un record che batte quello delle elezioni amministrative di Alessandria (92.000 abitanti) dove nel 2102 si erano presentati 18 candidati Sindaco e 924 candidati Consigliere comunale. Il territorio comunale di Alessandria ha una superficie di 203,57 Km2. In Alessandria si era presentato un candidato Sindaco ogni 5.111 abitanti, mentre a Domodossola si presenterà 1 candidato Sindaco ogni 1.658 abitanti.
Pare proprio che la politica sia una professione ambita, sono dati che fanno riflettere su quelli che sono i veri motivi per i quali non tutti ma molti si candidano per entrare in politica!. Del resto per averne conferma basta seguire le cronache sui media, che riportano le notizie di arresti e avvisi di garanzia che interessano trasversalmente tutti i movimenti politici, gli ultimi casi in ordine di tempo hanno riguardato il PD e il M5S. Il dato più preoccupante, considerando il numero dei casi alla ribalta della cronaca in rapporto alla limitata presenza nei governi locali e alla politica dei due pesi e due misure, praticate dei vertici nei confronti dei Sindaci indagati è quello del M5S, che statisticamente è più del doppio in rapporto a quelli del PD. Ovviamente va anche valutata la gravità delle accuse nei confronti dei singoli politici interessati, arrestati o destinatari di un avviso di garanzia per bancarotta fraudolenta, abuso d’ufficio, o ancora peggio... .
Occorrono perciò leggi severe nei confronti di chi si candida a fare politica, le segreterie dei partiti devono porre maggiore attenzione a proporre nominativi poco trasparenti, ed inoltre alle elezioni i cittadini dovranno informarsi attentamente e valutare il curriculum dei candidati, la storia e l'esperienza maturata, diffidando di chi in passato ha cambiato facilmente e frequentemente casacca senza un giustificato motivo, prima di decidere a chi dare la propria preferenza.